Match di Improvvisazione Teatrale®


Non più ottico ma spacciatore di lenti, per improvvisare occhi contenti, perché le pupille abituate a copiare inventino i mondi sui quali guardare.
da Un ottico – Fabrizio De André

Il Match d´Improvvisazione Teatrale® è attualmente lo spettacolo teatrale più rappresentato al mondo!

COME FUNZIONA?

http://www.ulissealbiati.com/La scenografia dei match è quella di una partita di hockey su ghiaccio, sport nazionale canadese: patinoire e maglie numerate regolamentari!
Due squadre di giocatori/attori si contendono la vittoria.
Un maestro di cerimonia illustra al pubblico le varie fasi dello spettacolo, un musicista scalda la platea e fa salire la tensione sul palco, un inflessibile arbitro garantisce la qualità e la correttezza dell’incontro e detta agli attori le seguenti condizioni:

  • Tipo di improvvisazione: comparata se le squadre dovranno improvvisare in successione, mista se improvviseranno insieme.
  • Titolo: sconosciuto ai giocatori ed eventualmente proposto dal pubblico.
  • Numero dei giocatori: illimitato o imposto.
  • Categoria: lo stile può essere libero oppure in rima, cantato oppure alla maniera di Shakespeare, alla maniera della soap opera…
  • Durata: da 30 secondi a 20 minuti.

Le squadre hanno 20 secondi per il coaching, l’unico momento “privato” per trovare un’idea di partenza prima di lanciarsi nel patinoire.
Alla fine di ogni improvvisazione l’arbitro può segnalare dei falli ed i capitani delle squadre possono chiedere spiegazioni creando un ulteriore momento di spettacolo.
Il pubblico vota dopo ogni improvvisazione per l’una o l’altra squadra, determinando alla fine dell’incontro la squadra vincitrice del match!

CENNI STORICI

Anno 1977, Montréal.

Due attori canadesi (Robert Gravel e Yvon Leduc) con precedenti esperienze nel campo dell’improvvisazione creano una nuova formula di spettacolo: il Match di Improvvisazione Teatrale, realizzando l’utopia di una performance completamente improvvisata.
Due squadre su un palco, allestito come un vero campo da Hockey, si sfidano improvvisando su temi che vengono dati dal pubblico. A vigilare sul loro comportamento un severo arbitro e dopo ogni improvvisazione un altrettanto severo giudice: il pubblico, chiamato a votare la squadra che meglio ha improvvisato!

Nato in via sperimentale, il match viene diffuso per sette anni in diretta televisiva e diventa in Canada un fenomeno nazionale, diffondendosi poi a macchia d’olio in varie parti del mondo. Nascono così le varie “Leghe di improvvisazione” nazionali, prima nel mondo francofono europeo (Francia, Belgio e Svizzera) e poi nelle altre parti del mondo: Messico, Argentina, Stati Uniti, Spagna, Costa d’Avorio, Zaire, Antille, Guyana, Brasile ecc.

I match sbarcano in Italia, su iniziativa di Francesco Burroni, nel 1989. A Firenze viene presentato il primo campionato nazionale. Il progetto si diffonde poi rapidamente in altre città italiane dove vengono attualmente tenuti dei corsi di formazione sul teatro di improvvisazione.

La nazionale italiana di improvvisazione, che ha all’attivo numerose tournées all’estero, ha vinto nel 1998 a Lille il campionato del mondo di improvvisazione teatrale FRANCE 98.

Per maggiori informazioni visitate il sito nazionale dei Match di Improvvisazione Teatrale: www.matchdimprovvisazioneteatrale.it